La malaria sarà mai debellata?

La malaria è una condizione pericolosa per la vita comune nei climi tropicali. La zanzara femmina viene catturata dal parassita Plasmodium mordendo e succhiando il sangue della vittima. La malaria colpisce l’emoglobina nei globuli rossi ed è una malattia mortale. Tutti i paesi del mondo sono stati colpiti da questa malattia, ma ora è comune nei paesi con climi caldi e umidi.

Luoghi in cui è più probabile che contragga la malaria; Africa, Asia, America centrale e meridionale, Haiti e Repubblica Dominicana, Medio Oriente e alcune isole del Pacifico. Questi punti caldi forniscono un ambiente di riproduzione ideale per le zanzare. La maggior parte delle infezioni si verifica nell’Africa sub-sahariana e la maggior parte colpisce i bambini di età inferiore ai cinque anni.

Attualmente non esiste un vaccino contro la malaria in quanto il parassita Plasmodium è in grado di adattarsi per mirare meglio al sistema immunitario. Gli attuali metodi per eliminare la malattia, inclusi pesticidi, farmaci e zanzariere, non sono del tutto efficaci. Trovare un vaccino è come trovare il Sacro Graal per gli scienziati.

Cos’è la malaria?

La malaria è una malattia pericolosa per la vita che colpisce i globuli rossi. La zanzara femmina diffonde la malattia trasmettendo il parassita Plasmodium attraverso il morso della vittima. Duecento milioni di persone contraggono la malattia ogni anno. I casi in paesi non inclini alla malaria sono dovuti a viaggiatori e vacanzieri dopo aver soggiornato in paesi ad alto rischio. I sintomi includono; febbre, brividi, sudorazione, mal di testa, dolori muscolari e vomito.

Nel peggiore dei casi, porta a coma e danni cerebrali a lungo termine. A volte l’infezione rimane dormiente nel sistema da sei mesi a un anno. In questo caso, è importante consultare un medico se non ti senti bene alcuni mesi dopo la tua vacanza tropicale. I paesi più a rischio di malaria sono poveri e costosi per l’economia, portando a un circolo vizioso di malattie e debito.

Sfortunatamente, non esiste una cura definitiva per la malaria, non è per mancanza di tentativi. Il parassita Plasmodium e altri parassiti che causano la malaria sono semplicemente troppo intelligenti. Queste piccole bestie mutaforma possono sfuggire agli attacchi del nostro sistema immunitario perché si nascondono in bella vista. Attualmente, i trattamenti più efficaci includono un ciclo di farmaci antimalarici.

In passato, gli effetti collaterali di tali farmaci erano violenti e ripugnanti. Le segnalazioni di allucinazioni e depressione grave derivanti dal trattamento erano motivo di grande preoccupazione. Fortunatamente, i farmaci moderni sono molto più facili da usare e hanno effetti collaterali più lievi. Ci sono quattro comuni trattamenti per la tossicodipendenza; Atovaquone e Proguanil, Malarone, Lariam e Doxycycline sono trattamenti comuni per la malaria.

Atovaquon e proguanile e malarone

Questi due farmaci sono leggermente più costosi degli altri perché sono più facili da assumere e hanno pochi effetti collaterali. Il trattamento inizia uno o due giorni prima del viaggio, durante la tua assenza ed entro sette giorni dal tuo ritorno.

Lariam e doxiciclina

Questi due farmaci sono leggermente più economici e soggetti a effetti collaterali indesiderati. Gli effetti collaterali di Lariam includono vertigini e ansia e richiedono tempi di caricamento più lunghi. Il trattamento inizia due o tre settimane prima, durante e quattro settimane dopo il viaggio. La dose viene presa una volta alla settimana.

La doxiciclina induce sensibilità alla luce, il che è scomodo poiché le aree ad alto rischio sono tropicali. Il trattamento inizia uno o due giorni prima del viaggio, in vacanza e quattro settimane dopo il ritorno. Le pratiche di prevenzione includono in primo luogo rendere difficile il morso di una zanzara. Indossa maniche lunghe, evita i pantaloncini, proteggi i polsi e le caviglie, usa insetticidi, copri le finestre e dormi sotto una zanzariera per evitare morsi.

Al momento non esiste una cura e la capacità di eradicare la malattia è ancora lontana, quindi il trattamento preventivo è la nostra unica arma contro la malaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *